Associazione Mille Battute

Il nostro Progetto nasce nel Novembre 2013 da un'idea di AfroNine Tour e Compagnia del Mar Rosso. Nel 2016 nasce l'Associazione Mille Battute.


Cosa sono i Viaggi in Mille Battute

Avete notato l'assonanza con “I viaggi di Ibn Battuta”? E' solo un caso anche se c'è molto che accomuna “I viaggi di MilleBattute” con “I viaggi di Ibn Battuta”. Tanto per cominciare il gioco di parole, ma questo è davvero un caso e nulla più. Quello che invece ci accomuna al famoso viaggiatore arabo del 1300, considerato uno dei più grandi esploratori della storia, è la curiosità di conoscenza e di approfondimento delle culture. Noi cerchiamo di raggiungerla coniugando gli strumenti di comunicazione del nostro tempo unitamente al mezzo di comunicazione più antico che esista, la scrittura.


Finalita' di un Viaggio in Mille Battute

Per noi la finalità di ogni viaggio, sia esso dall'altra parte del pianeta oppure sotto casa, sarà sempre quella di osservare con i nostri occhi la realtà che ci circonda, per trasformarla in un racconto personale. In questo modo potremo imprimere nella nostra memoria ciò che abbiamo osservato e lo faremo in modo strettamente soggettivo, perchè medesime situazioni verranno vissute, osservate e raccontate in modo diverso da ognuno di noi.Non è assolutamente necessario essere fotografi, disporre di costose attrezzature fotografiche, ma sarà fondamentale essere CURIOSI. Il segreto di ogni lavoro sta nella curiosità che ognuno di noi sarà in grado di esprimere tutte le volte che entrarà in contatto con situazioni che lo stimolano e che gli permettono di SPRIGIONARE la propria FANTASIA, raccontandola attraverso un numero limitato di immagini,non più di 20, unitamente a un breve testo, composto da un massimo di 1000 battute.


Raccontiamo Storie attraverso Immagini

Abbiamo pensato di sfruttare la straordinaria opportunità che ci offre il viaggio per abbinarvi Workshop di Reportage aperti a tutti quelli che vogliono parteciparvi. Nulla di impegnativo, al contrario vogliamo dimostrare come sia sufficiente una qualsiasi macchina fotografica, compatta o reflex, un qualsiasi strumento che produca video o sempicemente un cellulare, per realizzare un reportage. L’obiettivo non vuole essere quello di insegnare la tecnica dello strumento di cui disponete ma al contrario dimostrare come sia possibile raccontare storie supportate da immagini e da un testo composto da un massimo di 1000 battute, chiare e sintetiche di appoggio al lavoro fotografico. Parleremo poi di inquadrature, scelta dei soggetti, luce e selezione delle immagini per terminare con la realizzazione della nostra storia. Inizieremo il nostro viaggio nel mondo dell’immagine facendo la conoscenza dell’unico elemento necessario: La luce di una candela! La fotografia non esisterebbe se non esistesse quella luce fioca e quasi impercettibile di una candela con le sue ombre. Il nostro viaggio inizia da qui! La sera visioneremo insieme le immagini ed inizieremo a costruire il nostro reportage che crescerà giorno per giorno. Al termine del viaggio ognuno avrà “raccontato storie”. Non belle immagini fini a se stesse ma immagini necessarie per riempire quel foglio vuoto che è stato consegnato all’inizio del viaggio. Ricordate il famoso “tema libero”? Più o meno lo stesso concetto. Si parte da un foglio vuoto si inizia a scrivere e man mano che si procede si struttura una frase, poi un’altra e un’altra ancora correggendole e cancellando gli errori. Al termine il nostro tema avrà un senso discorsivo, sintetico, chiaro ed esplicativo composto da scritto e immagini. Sarà necessaria una buona capacità di sintesi e un buon occhio in grado di catturare l'interesse dell'osservatore. Ci divertiremo insieme confrontandoci su una caratteristica comune a tutti: la curiosità.


Perche' Mille Battute?

Perchè 1000 battute è uno spazio ideale nel quale muoversi, nè troppo breve e neanche troppo lungo. Non vogliamo privilegiare l'immagine rispetto alla scrittura ma dare il giusto peso a questi due strumenti comunicativi.

Scrivere, fotografare, disegnare, riprendere… o anche solo guardare con gli occhi… o ancora meglio ascoltare le proprie emozioni.

Nei nostri viaggi non si corre per vedere di più ma ci si sofferma per vedere meglio!

Ultime storie inserite

Il silenzio del suk

BACKSTAGE Workshop Marocco Testo e immagini di Valentin

I lavandai di Agra

BACKSTAGE Un viaggio in India. Immagini e parole di Gio

Un altro giorno di fatica

BACKSTAGE Workshop Marocco Testo e immagini di Simone L

Seguici su facebook

Seguici su Twitter

Questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Per maggiori informazioni clicca sul pulsante "Informativa". Se sei d'accordo clicca sul pulsante "Accetto".