Storie di Mille Battute

Tutte le nostre storie, raccolte nei viaggi di una vita. Reportage di esperienze vissute sul campo, raccontate con immagini e parole.

Un altro giorno di fatica

Un altro giorno di fatica
21 04, 2017
BACKSTAGE

Workshop Marocco Testo e immagini di Simone Luchessa


Galleria fotografica


Storia in Mille Battute

Le ombre si allungano nella piazza, la piazza che vengono a vedere dall’Europa, famosa per i suoi rumori, gli spettacoli, i canti, i serpenti e le scimmie ammaestrate.
Nella piazza io conosco tutti, sono anni che traino il mio carretto nei labirinti della Medina e in cambio ricevo poco fieno e molte frustate.
Conosco il vecchio Ahmed che si fa fotografare con le sue dentiere, Kamel che prepara orgoglioso la bevanda con lo zenzero, il piccolo Abdelaziz che vende i dolci per raccattare qualche dirham, Rachida che tatua l’henné e Lhoussaine che fa a botte per dividersi le scommesse. Conosco anche quelli che aspettano l’occasione per fottere uno smartphone e i commercianti pronti a recitare la parte di chi tratta il prezzo della propria merce.
La piazza ogni giorno mette in scena il proprio spettacolo in cui in tanti fingono per sembrare veri, così ci sarà sempre che prenderà un aereo per arrivare qua.
Ma io conosco anche quelli che se ne fregano dei turisti, il macellaio Nabil nel suo piccolo negozio, Rabiaa che vende il pesce e attira i gatti, il povero Mostafa che tira un carretto come me, i bambini che giocano e ridono e i vecchi che sonnecchiano nelle vie. Io sono come loro, non mi interessano i turisti perché in fondo sono tutti uguali, con le loro foto, i loro riad, il loro farsi fregare nel suk. Tra tutti questi uguali c’è persino chi fotografa me, un vecchio asino stanco che non può far altro che aspettare un altro giorno di fatica.

Simone Luchessa, 2017

Simone Luchessa

Ossolano d’origine e milanese d’adozione, scrive da sempre ma raramente fa leggere a qualcuno ciò che produce. Con l’avvicinarsi degli “anta” ha scoperto anche la passione per la fotografia. Ama viaggiare, quindi eccolo qua.

Altro in questa categoria: « Il silenzio del suk Zizou »

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Ultime storie inserite

Scrivici a

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

mailing list

I nostri Social Network

Seguici su facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

Questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Per maggiori informazioni clicca sul pulsante "Informativa". Se sei d'accordo clicca sul pulsante "Accetto".