Storie di Mille Battute

Tutte le nostre storie, raccolte nei viaggi di una vita. Reportage di esperienze vissute sul campo, raccontate con immagini e parole.

Quante frottole

Quante frottole
28 03, 2017
BACKSTAGE

Workshop Bucarest Porno Bloc - Romania Testo e immagini di Filomena Oppido


Galleria fotografica


Storia in Mille Battute

Sui tetti della città cade una pioggia sporca e impietosa. Bucarest l’ho mollata a soli vent’anni, allora studiavo chimica. In Italia faccio la badante. Noi rumene siamo buone solo a pulire il culo ai vecchi e spingere carrozzine nei parchi. Cammino a passo spedito in questa città violata in tutte le sue architetture, palazzi in stile liberty affiancati a bloc di cemento e fiammate di capitalismo. Nessuna possibilità di riscatto, o forse no? Muri sventrati ricoperti di murales coloratissimi: i giovani non si arrendono all’ordinaria realtà. Guardo fuori dal finestrino, stazione di Eroilor, il treno corre verso il Parco Nord. Mercato di Obor puzza di cavolo bollito e nausea. Due donne, sguardi spenti, stringono in una mano fiori di plastica e collant, volti fermi nel tempo su sfondo verde smeraldo. Un’anziana con un cappellino di lana in testa, mi cattura con i suoi occhi blu. Mi sorride. Quanta grazia. A volte per andare avanti bisogna guardarsi indietro.

Filomena Oppido, 2017

Filomena Oppido

Filomena Oppido, potentina di nascita e milanese d'adozione, dipinge sin da bambina lupi e cavalli colorati, su pezzi di legno. Si dice che il disegno sia la scrittura dei bambini.

Per anni si è occupata di editoria, prima a Modena e poi a Monza dirigendo testate locali per conto della GMP del Gruppo L’Espresso. In seguito, divenuta mamma, decide di dedicarsi alle sue passioni: la pittura e la scrittura.

L'Arte pittorica la segue e la riveste: pratica la body-art a Parigi in performance artistiche collettive seguite alla scoperta di Marina Abramovic, il cui lavoro è assorbito frequentando il laboratorio di Rue de Rivoli 59, meta di artisti provenienti da ogni angolo del mondo. Nel 2013 una sua personale a Strasburgo. Il suo sito. www.filomenaoppido.it offre una sintesi delle sue principali opere.

Dopo aver frequentato i corsi della Scuola Holden diviene a sua volta organizzatrice di workshop di scrittura creativa in giro per l’Italia. Appassionata di psicologia e letteratura, curiosa e instancabile, coltiva la sua scrittura ironica e viscerale. Attualmente è impegnata nell’impresa di scrivere un romanzo a sfondo autobiografico.

“Da piccola salivo sugli alberi, ci restavo per ore, da adolescente volevo vivere come il protagonista del Barone Rampante di Italo Calvino che inizia a vivere sugli alberi a 12 anni e non ne scende più fino ai 65, quando scompare su una mongolfiera. È coraggioso, testardo e si ribella al mondo intero, decidendo di vivere a modo suo. Un po' Cosimo Piovasco di Rondò mi sento. Mi piace passare le serate estive a bere mirto con gli amici, riflettendo sui misteri di questa puta de vita che viviamo per poi stendermi a fissare il cielo stellato in assoluto silenzio. Non mi prendo mai troppo sul serio, amo provocare, amo i cavalli, le mani piene di colore, correre sotto la pioggia a piedi nudi. Adoro viaggiare in luoghi nuovi e perdermi nei vicoli di città sconosciute con una macchina fotografica al collo. Mi piace leggere Philip Roth e mi perdo nell’ ascoltare il concerto per pianoforte numero3 di Rachmaninov dopo il tramonto …”

5 commenti

  • Link al commento arturo Domenica, 16 Aprile 2017 18:24 inviato da arturo

    Flash di anime dimenticate che propongono un mosaico emotivo ricco delle virtù di pochi.
    Brava Filomena! continua ad emozionarci
    Arturo

    Rapporto
  • Link al commento Debora Venerdì, 31 Marzo 2017 15:33 inviato da Debora

    Un frammento di vita in un racconto così fluido e con delle immagini così vive che per un'attimo, ti sembra di averlo vissuto,quel frammento di vita...

    Rapporto
  • Link al commento Viola Venerdì, 31 Marzo 2017 05:07 inviato da Viola

    Bel racconto e belle foto.

    Rapporto
  • Link al commento Laura De Gregorio Giovedì, 30 Marzo 2017 19:24 inviato da Laura De Gregorio

    Bel racconto, in pochissime battute si riesce a cogliere il personaggio. Belle anche le foto, una Bucarest inedita.

    Rapporto
  • Link al commento Valeria Giovedì, 30 Marzo 2017 14:46 inviato da Valeria

    Bello ed intenso

    Rapporto

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Ultime storie inserite

Scrivici a

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

mailing list

I nostri Social Network

Seguici su facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

Questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Per maggiori informazioni clicca sul pulsante "Informativa". Se sei d'accordo clicca sul pulsante "Accetto".