Storie di Mille Battute

Tutte le nostre storie, raccolte nei viaggi di una vita. Reportage di esperienze vissute sul campo, raccontate con immagini e parole.

Donne afgane

Donne afgane
14 11, 2016
BACKSTAGE

Woman of the Silk Road | Un progetto dedicato alle donne afgane.

Galleria fotografica


Storia in Mille Battute

Le donne in Afghanistan soffrono una condizione di elevato disagio e marginalità, con limitate opportunità di accesso al credito e di partecipazione al mercato del lavoro. La grande maggioranza è analfabeta, impiegata nel lavoro domestico o a sostegno del lavoro agricolo svolto dai mariti. Women of the Silk Road è un progetto nato in collaborazione con l’ONG italiana Vento di Terra, ed è stao realizzato ad Herat, in Afghanistan. Lo scopo del progetto è di incoraggiare l’emancipazione femminile attraverso l’arte della tessitura. In questi decenni a pagare il prezzo più alto sono state le donne, vittime della guerra e della quotidianità domestica. Condannate all’analfabetismo, alla sottomissione, a una vita di fatica tra casa, figli e campi. Private anche della speranza, della capacità di immaginare un futuro diverso: nella sola provincia di Herat, in un anno ben 84 donne si sono suicidate o hanno tentato di farlo dandosi fuoco. L’intento è quello di rafforzare il ruolo della donna e delle produttrici delle seta offrendo maggiori possibilità di vendita e di sostegno al reddito familiare. Attraverso la fornitura di macchinari e di nuove competenze tecniche sarà possibile aprire canali di esportazione della seta locale anche internazionali, specialmente in Italia attraverso il circuito Equo e solidale.

Massimo Annibale Rossi, 2016

Annamaria Bruni

Nata a Cagliari nel 1974, sin da piccola ho sviluppato un forte interesse per le immagini, grazie alla passione di mio padre per la fotografia. Ho mosso i primi passi in questo campo in Sardegna, lavorando come assistente fotografica, per spostarmi poi a Milano dove mi sono dedicata alla fotografia di Moda. Trasferita a Londra nel 2000, mi sono specializzata in ritratti femminili, mia grande passione, collaborando con diverse Agenzie di Modelle. Nel 2004 inizia il mio grande amore per il Medio Oriente: in Egitto, rimango stregata dalla cultura araba. Unisco le mie due passioni in un unico luogo: mare e terra, natura e cultura: fotografia subacquea e reportage. Collaborando con diverse ONG ( Terre des Hommes-UNHCR-Vento di Terra-Orizzonti senza Frontiere-Cooperazione Italiana ) ho viaggiato in terre di Palestina, Israele, Libano, Gaza, Giordania, Afghanistan, Thailand e Myanmar. Da questi viaggi è nato il progetto fotografico “Occupation: Refugee” che mira a raccogliere le storie dei rifugiati in Medio Oriente e Asia.

Ultimi da Annamaria Bruni

Altro in questa categoria: « Il patriottismo puzza

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Ultime storie inserite

Scrivici a

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

mailing list

I nostri Social Network

Seguici su facebook

Seguici su Instagram

Seguici su Twitter

Questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Per maggiori informazioni clicca sul pulsante "Informativa". Se sei d'accordo clicca sul pulsante "Accetto".